RSS Ondaiblea

RSS Radiopassioni news

RSS Radioblog IT9-4639

 

aprile: 2019
L M M G V S D
« set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Search

Meta

Spam Blocked


« | Main | »

Cina da liberare

By salvomic | marzo 16, 2008

TibetAncora una volta il governo cinese non è riuscita a disincrostarsi da quella patina di antidemocrazia che si porta dietro dopo tanti anni di regime. Il “progresso” di cui tanto parla Radio Cina (anche nelle sue trasmissioni in lingua italiana) non riesce a farsi avanti sul serio. Invece resta in primo piano sempre l’eccessivo rigore antiliberale e antireligioso, che non fa bene alla Cina e ai cinesi.

La recente repressione in Tibet purtroppo ne è ancora conferma, e ridicola sembra la giustificazione del regime che cerca di far passare per buona una “repressione di delinquenti contro commercianti cinesi”. 10 o 100 morti, tra cui monaci buddisti, non fanno differenza, sempre strage inutile è, che tenta di nascondere una verità che è palese a chi vuol leggere le cose come stanno: una Cina che si ostina a mantenere il dominio sul Tibet, che vorrebbe essere libero, che ha un governo in esilio e un capo spirituale, il Dalai Lama, perseguitato dal governo di Beijing, e che giustamente grida al genocidio culturale.

Gli spettri di Tien An Men riecheggiano, purtroppo, nei nostri pensieri, e il solo augurio che possiamo fare è che si riesca a liberare la Cina da questi fantasmi e da governi che non merita. Un popolo operoso, che ha dato tanto e tanto darà al mondo intero ha bisogno solo di una cosa: Libertà. Libertà per se stessa, per il Tibet e per chiunque la richieda. Non conta mantenere intatti le carte geografiche e gli atlanti, ma mantenere integri – e felici – i popoli, senza repressioni e domini non voluti.

In questo contesto, tragico e retrogrado, forse non è insensato boicottare le Olimpiadi in Cina, che potrebbero servire anche come copertura ideologica e coltre mediatica sopra un putrefatto sistema politico antiliberale. Una volta tanto finiamola di credere che “lo sport rende i popoli amici”.

Topics: Informazione, Politica | No Comments »

Comments

You must be logged in to post a comment.